GattoLupesco Teatro in collaborazione con Santarcangelo dei Teatri

 

GIORNATA DELLA MEMORIA – PER NON DIMENTICARE L’OLOCAUSTO

Chi non ricorda da dove viene  non sa dove sta andando

Progetto di Gattolupesco Teatro In collaborazione
con Assessorato alla Cultura e Biblioteca Comunale di Santarcangelo

Santarcangelo dei teatri e il patrocinio della Provincia di Rimini

con

Matteo Capponi, Francesco Cesarini, Graziella Possenti

Nazzarena Romualdi, Amanda Spernicelli
al suono  Aldo Vianello
progetto drammaturgico Graziella Possenti
regia Silvio Castiglioni
contributo all’allestimento
Massimo Cesarini  Sandro Zavatti  Roberto Montanari

foto Claudio Castellani

 

 

Shlof mayn kind (dormi bambino mio) è una meditazione sull’Olocausto dedicata a quanti si ostinano a interrogare le zone buie del nostro passato. Poiché chi non ricorda da dove viene non sa dove sta andando. Primo studio di uno spettacolo di là da venire. Materiale fluido, in movimento, che raccoglie voci di donne, uomini, bambini e adolescenti.

 

Gli eventi che la Giornata della Memoria ci invita a non dimenticare sono pesanti come macigni. Per la loro dismisura si avrebbe qualche volta la tentazione, anche solo per stanchezza, di ignorarli o di cancellarli del tutto. Eppure se proviamo a metterci nei panni di chi desidera sapere allora non si può esitare. E se si vuole evitare di camminare ancora una volta verso il buio occorre accettare le domande più difficili, non dare nulla per scontato e ricominciare il racconto della storia da capo.

 

Per sostenere la prova con la necessaria leggerezza abbiamo chiesto a un bambino e ad una adolescente, Francesco e Amanda, di portare le loro domande in scena con noi. Insieme abbiamo cercato un sentiero per superare l’orrore e far posto al diritto di ogni nuova generazione allo stato di innocenza.

 

 

Shlof mayn kind è il titolo di una canzone cantata da Moni     Ovadia. Le sue musiche accompagnano le nostre danze e le parole di coloro che hanno patito la bufera e ne hanno dato testimonianza: Primo Levi, Ruth Kluger, Benjamin Wilkomirski, Anna Frank, Hetty Hillesum, Helga Schneider. A loro si ispirano le sette scene, o quadri, dello spettacolo:

 

1

La notte prima della partenza

Primo Levi  Se questo è un uomo

 

2

Storia di Ruth, che ce l’ha fatta

Ruth Kluger  Vivere ancora

3
Il desiderio di un bacio

Anna Frank  Diario

4
Un posticino per la gatta randagia

Hetty Hillesum  Diario

5
Vorrei

Anna Frank  Diario

6
Lasciami andare madre
Helga Schneider  Lasciami andare madre 

7
Risposta alla domanda: perché c’è la guerra?

Binjamin Wilkomirski  Frantumi; un’infanzia 1939-1948

FOTO DELLO SPETTACOLO >

HOME PAGE

FILO'

KIRIKO'

IL PRINCIPE RANOCCHIO

SHLOF MAYN KIND

   

CALENDARIO SPETTACOLI

   

Gattolupesco Teatro Associazione Culturale via IX febbraio 1/a - 47822 Santarcangelo (RN) - tel. 0541.620662 - cell. 334 9488191
graziella@gattolupesco.it